Come riverniciare la cucina

Riverniciare la cucina per cambiarle il look ? Si puo’…..

Se la tua vecchia cucina ti ha un po’ stancato , la soluzione non è sempre quella di buttarla e acquistarne una nuova .  A volte se il materiale è ancora in buone condizioni prima di orientarsi al nuovo acquisto , può essere interessante valutare anche la possibilità di farle un lifting  che conferisca alla nostra compagna di 1000 cene una immagine più moderna. Ciò che serve non è un imbianchino professionista ma con un po’ di tempo,  un po’ di manualità , buona volontà e il prodotto giusto,  si  ottengono  risultati stupefacenti  che possono anche gonfiare di orgoglio il nostro ego di bricoleur. Durante il periodo di confino domiciliare al quale siamo stati sottoposti,  in un articolo del mio blog,  avevo spiegato  come si potesse raggiungere l’obiettivo e avevo dato dei suggerimenti soprattutto legati al prodotto da utilizzare.
Due miei clienti avevano raccolto il suggerimento  e  deciso  di fare un maquillage alla loro cucina.

Come riverniciare la cucina con le proprie mani e con quale prodotto

Dopo aver letto quanto sopra, questa coppia mi aveva contattato dicendomi che visto che la loro cucina era ancora  in ottimo stato,   dopo diversi anni,   cambiargli look poteva conferirle una seconda giovinezza e mi avevano chiesto alcune ulteriori precisazioni  oltre alle informazioni desunte dall’articolo. Logo Kerakoll

Avevo ribadito loro  l’importanza della  qualità del  prodotto da usare. Uno smalto all’acqua sviluppato da  Kerakoll  qualche anno fa a base di resine acriliche di nuova generazione  che garantisce performance superiori , con un basso impatto ambientale,  unite ad  una asciugatura rapida con un fuori impronta di sole 2 ore.

Un prodotto dall’elevato  potere aggrappante, elastico, coprente,  assolutamente sicuro  per la salute degli operatori , applicabile  a pennello ,  a rullo  o a spruzzo.

La  finitura , una volta effettuata  la stesura è  denominata extramat  e al tatto  produce un  effetto seta .

Lo smalto Decor esiste in 10 tonalità che sono le stesse del progetto KDH, creato da Kerakoll in collaborazione con  Piero Lissoni .

L’applicazione è davvero molto semplice , l’importante è che la base sia  leggermente ruvida. Se parliamo di un mobile  come la cucina del nostro caso, non occorrerà asportare completamente la vernice precedente. Basterà una lieve carteggiata e la superficie sarà pronta per la prima mano.

Smalto Decor di Kerakoll
Decor di Kerakoll

La scelta di  un prodotto  specifico anche se leggermente più costoso ,   unito a istruzioni per una corretta applicazione , possono fare la differenza nel raggiungimento dell’obiettivo finale.

Progetto KDH

Ricordo che il  progetto  KDH racchiude 10 materie innovative ( Cementi, Resine, Legni lavorati a mano e resinati, microrivestimenti, pitture e smalti ) tutte coordinate negli stessi 10 colori dal bianco al nero, passando attraverso tonalità di grigio, molto calde, con il compito di creare superfici continue. Di conseguenza, è possibile realizzare un  tutt’uno tra mobili pareti , pavimenti ecc permettendo  di cambiare e rinnovare gli ambienti seguendo lo stesso filo conduttore in fatto di continuità cromatica . I clienti dopo aver capito ogni dettaglio , mi diedero appuntamento per le ferie agostane nel corso delle quali avrebbero dato il via all’operazione. Detto fatto. Ecco qui sotto alcune immagini del “prima” e del “dopo”.

Ringrazio Luisa e Stefano per aver accolto  i  suggerimenti derivanti dal mio blog ottenendo veramente un risultato da 10 e lode.

Per dovere di cronaca la tinta scelta per il trattamento è stata la Wr01.

Costo medio per una confezione da 1,5 kg  (  Decor + componente )  64  € + iva ( listino Kerakoll ) al quale viene applicato uno sconto che varia da fornitore a fornitore. Segnalo anche che per 2-3 mani    servono 02,-0,3 kg/mq.

Cucina prima dell'intervento di riverniciatura
Cucina prima del trattamento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cucina riverniciata con Decor di Kerakoll
Dopo il trattamento con Decor

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cucina finitura ciliegio prima della verniciatura con Decor di Kerakoll
Prima

 

 

 

 

 

 

 

 

Cucina dopo il trattamento con Decor di Kerakoll
Dopo

 

 

 

 

 

 

 

 

Cucina in ciliegio prima del trattamento con Decor di Kerakoll
Prima

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Colonna forno riverniciata con Decor di Kerakoll
Dopo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anta del cassettone sotto forno riverniciata con Decor WR 01 di Kerakoll
Anta del cassettone sotto forno riverniciata con Decor WR 01 di Kerakoll

Per informazioni e consulenze scrivetemi a info@manuelamorotti.it

Seguitemi su Facebook e Instagram

Al prossimo articolo
Vi aspetto

Mamo

Cucina riverniciata con Decor WR01 di Kerakoll

 

 

 

 

 

 

 

Kerlite Easy , come posare il Gres porcellanato a secco

Mutina presenta le Mattonelle Margherita

2 thoughts on “Come riverniciare la cucina

  • Stefano Tornelli

    buongiorno, e complimenti per il blog. una domanda: con questa tecnica si può anche verniciare un tavolo e portarlo da una finitura come le ante della cucina dell’articolo ad un bianco matt come quello post intervento? domando perchè ovviamente il piano del tavolo è sollecitato continuamente. Grazie, Stefano

    • Manuela

      Gentile Stefano. Grazie per i complimenti, sono contenta che lei apprezzi i miei articoli. In merito al suo quesito, la risposta è Si, il tavolo può essere trattato allo stesso modo come è stata trattata la l’intera cucina. Chiaramente il piano tavolo trattato con Decor, data la sua funzione, potrà nel tempo subire qualche piccolo danno ma c’è anche da dire che con questo prodotto è facilissimo poter ripristinare la superficie e ad un costo nemmeno paragonabile a quello che dovrebbe sostenere per portare il piano tavolo in falegnameria e rifare una qualunque laccatura. Grazie , a presto e continui a seguire il mio blog.
      Manuela

LEAVE A COMMENT

(will not be shared)

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
error: Contenuti protetti !!
Manuela Morotti